Close
  • monte generoso flora fauna camoscio 00.jpg
  • monte generoso flora fauna camoscio 01.jpg

Il camoscio:
simbolo
del Monte
Generoso

La colonia di camosci presente sul Monte Generoso ha avuto origine intorno agli anni '60 con il rilascio di alcuni individui. Oggi conta all'incirca 300-350 animali, è prospera e in buona salute. Il camoscio è un ungulato di taglia media: il peso di un maschio adulto varia dai 35 ai 50 kg. Entrambi i sessi sono muniti di corna, più curvate quelle dei maschi. Durante l'estate il colore del pelo è bruno chiaro mentre d'inverno diventa bruno scuro. I camosci vivono generalmente in gruppi di dimensioni variabili, in funzione della stagione. I branchi più numerosi sono composti soprattutto da femmine e giovani, con uno o due anni di vita. I piccoli, di regola uno per femmina, nascono tra aprile e maggio, dopo circa 23 settimane di gravidanza.

Quantitativamente, la colonia si autoregola. Quando la densità della popolazione aumenta, la maturità sessuale delle femmine è ritardata facendo salire la percentuale delle femmine senza capretto. Il camoscio si nutre prevalentemente di erba. In estate, integra la stessa con foglie e, in inverno, con gemme di conifere, latifoglie e arbusti nani.

Il camoscio è uno dei pochi mammiferi indigeni con un'attività in gran parte diurna ciò che ne facilita l'osservazione. In nessun'altra parte della Svizzera esso può essere osservato così da vicino. La colonia di camosci del Monte Generoso non teme l'uomo. Non lo fugge se non per un istintivo arretramento di 10-30 metri.